Sigletv.Net / KBL Forum

Per discutere sulle sigle dei cartoni ed altro...
Oggi è dom 17 dic 2017, 1:34

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
MessaggioInviato: dom 19 nov 2017, 11:20 
Non connesso

Iscritto il: dom 10 nov 2002, 23:13
Messaggi: 3451
Orpaco ha scritto:
Cristina ha letteralmente catapultato le sigle televisive dei cartoni animati nell'Olimpo della musica leggera italiana. Un'impresa che solo la più grande ed, oserei dire, unica artista nel suo genere poteva compiere. Con questo meritatissimo primo posto in classifica, ha dimostrato una volta di più come, in realtà, sia il pubblico ad amarla, a sceglierla e a volerla da oltre 35 anni. Una verità scomoda per gli improvvisamente ammutoliti detrattori. L'ennesimo traguardo, l'ennesimo schiaffo morale assestato nei confronti di tutti coloro che, infondatamente, la davano per spacciata. Lunga vita alla Regina! :)



Sbagliato. Nei primi anni '80 le sigle dei cartoni scalavano letteralmente le classifiche italiane, con metodologie di conteggio e numeri molto diversi da quelli di oggi; no download, no streaming e nessun trucco: per vendere una copia dovevi mettere mano al portafogli e portarti a casa il disco fisico.

Alcuni pezzi (Remì, Anna dai capelli rossi e forse qualche altro) arrivarono addirittura alla prima posizione e vi rimasero per diverse settimane. E chi conosce le charts sa bene che la #1 posizione dei singoli è molto più difficile da conquistare rispetto a quella degli album.

Detto questo, non voglio certo rovinare questo party virtuale, anch'io sono contento per questo traguardo raggiunto da Cristina, ma non serve essere dei mitomani e spararle troppo grosse. Se per detrattori ti riferisci a chi, in questo forum, ha talvolta espresso delle opinioni più critiche (obiettive?) nei confronti della D'Avena sei tu ad essere nel posto sbagliato. Questo forum nasce per discutere di sigle TV, e qua non trovate gente fanatica che si esalta se va a farsi i colpi di sole dal parrucchiere, per queste cose ci sono tanti altri siti a lei dedicati.

W Cri e W Duets.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 19 nov 2017, 14:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 12 mag 2005, 22:05
Messaggi: 1455
Località: Fivelandia 7 - Roma
"Cristina ha letteralmente catapultato le sigle televisive dei cartoni animati nell'Olimpo della musica leggera italiana". Il problema è che l'era delle sigle dei cartoni animati è finita da 15 anni. Viviamo di revival di quelle degli anni 80 e 90. Inutile che mi facciate ora l'elenco di tutte le sigle dei cartoni animati recenti, il fenomeno degli anni 80 e 90, con vere e proprie hit conosciute da TUTTI e non solo dagli appassionati, non esiste da tanto tempo e forse non esisterà più. Cristina sfornerà nuovi progetti perché è sulla cresta dell'onda ancora, ma il suo successo personale non cambia il fatto che quell'epoca si è chiusa.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 19 nov 2017, 15:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 lug 2015, 15:00
Messaggi: 28
Rookies ha scritto:
Se per detrattori ti riferisci a chi, in questo forum, ha talvolta espresso delle opinioni più critiche (obiettive?) nei confronti della D'Avena sei tu ad essere nel posto sbagliato. Questo forum nasce per discutere di sigle TV, e qua non trovate gente fanatica che si esalta se va a farsi i colpi di sole dal parrucchiere, per queste cose ci sono tanti altri siti a lei dedicati.

Qui c'è gente con la coda di paglia o la coscienza sporca? Se è così, mi dispiace e ne prendo atto, visto che un generico commento non rivolto ad alcun utente di questo forum (arrivato a questo punto, ci tengo a precisarlo) ha suscitato particolare interesse e scatenato reazioni accusatorie che non era nelle mie intenzioni sollecitare.

Non posso far altro che augurare sonni tranquilli a tutti coloro che si siano sentiti, si sentano o si sentiranno anche solo minimamente presi in causa dalla mia affermazione.

Cuorforte ha scritto:
"Cristina ha letteralmente catapultato le sigle televisive dei cartoni animati nell'Olimpo della musica leggera italiana". Il problema è che l'era delle sigle dei cartoni animati è finita da 15 anni. Viviamo di revival di quelle degli anni 80 e 90. Inutile che mi facciate ora l'elenco di tutte le sigle dei cartoni animati recenti, il fenomeno degli anni 80 e 90, con vere e proprie hit conosciute da TUTTI e non solo dagli appassionati, non esiste da tanto tempo e forse non esisterà più. Cristina sfornerà nuovi progetti perché è sulla cresta dell'onda ancora, ma il suo successo personale non cambia il fatto che quell'epoca si è chiusa.

E infatti hai ragione. Chi ha mai detto il contrario? :spin:

_________________
Il cervello è fatto a circonvoluzioni. È la prova che può produrre solo roba contorta.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 19 nov 2017, 15:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 12 mag 2005, 22:05
Messaggi: 1455
Località: Fivelandia 7 - Roma
Ok era solo per puntualizzare che è un “genere musicale”, se così si può definire, morto da decenni. Restano solo i vecchi artisti, Cristina con il suo successo, i Cavalieri ancora nel cuore dei fans e gli altri dell’epoca.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 19 nov 2017, 19:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 11 ago 2006, 11:22
Messaggi: 406
Più che parlare del genere siglesco, il successo secondo il mio modesto parere, è solo dovuto al personaggio di Cristina e alle melodie delle sue canzoni che ha fatto conoscere al pubblico, e che sono rimaste indelebili negli anni.

Precisiamo, l'80% di quelli che han comprato il disco è sicuramente gente che ha conosciuto o conosce Cristina da un punto di vista panoramico generale, senza che costoro siano fan di anime o di sigle in generale. Cristina ha avuto sempre una buonissima visibilità televisiva, almeno dal 1986 sicuramente... Ciò ha permesso di creare e confermare un'icona del genere siglesco, un personaggio, al di là dei gusti delle persone e del loro interesse inerente a dei prodotti pensati principalmente per i bambini.

Rifacendomi alla tracklist, quasi nessuno ricorda o meglio ha mai visto Johnny, o la stessa Nanà, se non solo i cultori del genere. Ma i brani son diventati talmente virali e famosi, iconici, che han surclassato il prodotto principale di riferimento, e cioè il cartone.

Dico questo perché dal mio punto di vista personale, non ho quasi mai calcolato i cartoni in tv dove vi era una sigla di Cristina collegata. Ma mi piaceva ascoltare in modo indipendente il pezzo, perché aveva delle belle sonorità/inclusa l'interpretazione.

Grandi uomini per grandi idee... E chi cacchio ha mai visto il cartone? (Parlo per me)... Eppure è una sigla che adoro divinamente, come tantissime altre.

Alla gente piace il genere musicale che ha cantato Cristina, e sicuramente la sua tipicità vocale. Il tutto amalgamato bene con arrangiamenti e voce odierna giustamente riconducibili alla persona che è oggi, riferendomi a Duets.

Che il mondo dei cartoni in TV sia morto e sepolto, è un dato di fatto, causato dagli stessi gestori più che dal pubblico, ma fa piacere che la gente non dimentica e mantiene vivo tale settore o l'artista in particolare.

Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo.

_________________
Ricordo quando vendevo spille illegalmente, e nonostante ciò, con la fotografia continuerò la mia strada, diffamando, poichè l'obiettività e il rispetto per il prossimo, si dimostra solo per la propria convenienza.

Richard Sherman - Lyptus 3000


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 19 nov 2017, 21:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 12 mag 2005, 22:05
Messaggi: 1455
Località: Fivelandia 7 - Roma
Sì, il successo di Cristina è personale, oltre che legato alle sigle. Sono nato nell'80, tra fine anni 80 e inizio anni 90 è stato il mio periodo di fissazione con Cristina (poi più che altro si è trattato di nostalgia), e ricordo che amavo più le canzoni dei telefilm che non quelle dei cartoni, le sue esibizioni nei programmi televisivi ecc. Insomma si è molto iconizzata lei come personaggio, oltre ovviamente ad avere un vasto repertorio di sigle. Per questo dura ancora oggi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 20 nov 2017, 7:13 
Non connesso

Iscritto il: sab 1 ago 2009, 22:35
Messaggi: 434
Località: bergamo
Cita:
Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo.


Ecco, il punto sta qua...... credo che ovviamente cristina sia nata ( se non consideriamo comunque la sua "militanza" nel coro dell'antoniano, e che come sempre i fan sfegatati ignorano bellamente mah! :o ) come interprete di sigle tv, che abbia deviato come attrice ( una bellissima deviazione, nata come copia spudorata di un cartone, le serie di licia, e poi sbocciata in quelle meraviglie di arriva cristina ) ma senza poi proseguire questo filone ( secondo me sbagliando, all'epoca di arriva cristina e seguiti era al top delle capacità artistiche ed espressive, una magnificenza ), infine si è iconizzata........ e anche chi ricorda a caso il suo passato ( non ricordandosi neanche i cartoni di cui lei canta la sigla ) la ricopre di lodi sperticate...........

E' una cosa mia tutta personalissima, però questa ondata di casual fan ( un pò come i casual gamers nei videogame ) che si appassiona a cristina senza conoscerla nè senza la voglia di approfondire il suo portfolio artistico ( che peccato, tanta bellezza ignoarata mah! ), mi rattrista e a tratti mi fa arrabbiare...... visto che non si parla solamente dei figli di, ma anche di chi all'epoca era vivo e vegeto e magari si comprava i fivelandia!!!
Quando poi si arriva a lodarla senza riconoscerne comunque le lacune o le scelte sbagliate come se si fosse accecati dall'attacco solare di daitan 3....... :twisted:

E' come se si idolatrasse un personaggio non per i suoi successi ( costruiti a tavolino o meno, meritati o meno ) solo per il bisogni di farlo!!!
Fatti i dovuti paragoni, è come se si idolatrasse postumo con un fiume di revival il mitico david bowie senza conoscerne la storia o le canzoni ( heroes a parte ) i pregi e i difetti, la genialità così come gli scivoloni........ ma vi pare normale? :x

Per me, e ripeto PER ME, che la seguo dall'antoniano ( ovvio ero bimbino piccin picciò ) fino agli anni duemila, e che ne riconsoco i pregi e i successi meritatissimi così come le scivolate, fa specie che la cri sia diventata un meltin pot, un pastrucchio irriconoscibile a volte.....
Tanti ci vanno ai concerti ma non conoscono i cartoni, tanti urlano come di fronte a i beatles ma senza sapere che passato e che futuro ha ( se la cri non canta le sigle perchè le sigle le hanno eliminate, che fine farà? tornerà ai telefilm tipo arriva cristina? vivrà di revival fino alla fine? boh! ).
Un mischiotto di so e non so.....


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 20 nov 2017, 11:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 14 feb 2013, 18:47
Messaggi: 61
Teo Teo ha scritto:
Fatti i dovuti paragoni, è come se si idolatrasse postumo con un fiume di revival il mitico david bowie senza conoscerne la storia o le canzoni ( heroes a parte ) i pregi e i difetti, la genialità così come gli scivoloni........ ma vi pare normale? :x

Effettivamente è normale, l'idolatria postuma c'è sempre stata: basta pensare ai Queen.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 20 nov 2017, 12:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 12 mag 2005, 22:05
Messaggi: 1455
Località: Fivelandia 7 - Roma
E' vero, io l'ho molto amata e la seguo ancora, quando possibile vado a vederla, ma non lesino mai le mie critiche, anche le perplessità sull'ultimo disco le ho espresse qualche commento fa. Nonostante tutto le faccio sempre i miei auguri di successo perché spero di vederla in progetti più importanti, che so, magari Sanremo come concorrente con una canzone bomba


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 26 nov 2017, 18:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 lug 2009, 17:46
Messaggi: 155
Classifica settimanale WK 47
(dal 2017-11-17 al 2017-11-23)


Nella seconda settimana, Duets di Cristina si piazza al num.2 della top 100 dei dischi più venduti in Italia!!!
Grande, considerando che stanno uscendo tanti artisti importanti in questo periodo e' un successo che si conferma ancora di più :mrgreen: .

http://www.fimi.it/classifiche#/category:album/id:2584
http://www.fimi.it/classifiche#/category:vinili/id:2587

_________________
http://teneramentecristina.forumup.it
Immagine
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 27 nov 2017, 10:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 11 ago 2006, 11:22
Messaggi: 406
nodisco ha scritto:
Effettivamente è normale, l'idolatria postuma c'è sempre stata: basta pensare ai Queen.

E non solo, quanti artisti, dopo che son crepati, han trovato una schiera di estimatori/compratori/fanaticoni? Basti pensare a Michael Jackson, non calcolato quasi per niente in Italia, ma che dopo la sua sparizione... diventato super conosciutissimo e amatissimo. Anche lo stesso Battisti, sempre commemorato con mille nuove uscite, avvicina un pubblico di non solo Older, ma questi fenomeni sono quasi naturali e scontati, e francamente non ci vedo nulla di allarmante. Certi artisti vengono stimati senza un criterio ben preciso, i sentimenti sempre personali sono, ed ognuno approfondisce come meglio crede. E se non vuole approfondire, meglio, se uno dovesse indagare sulla discografia di Cristina passata, si sparerebbe.

Teo Teo ha scritto:
Tanti ci vanno ai concerti ma non conoscono i cartoni, tanti urlano come di fronte a i beatles ma senza sapere che passato e che futuro ha ( se la cri non canta le sigle perchè le sigle le hanno eliminate, che fine farà? tornerà ai telefilm tipo arriva cristina? vivrà di revival fino alla fine? boh! ).
Un mischiotto di so e non so.....

Vedremo cosa riserverà il futuro, ha iniziato un nuovo percorso, e credo che ci sarà un forte passo importante, questo cd è a mio modesto parere un biglietto di ingresso. Adesso è affidata in mano a gente che di certo non si guarda in faccia o fa perdere tempo a lungo termine.

Io sto adocchiando molto "da spettatore" il trattamento che la sua nuova casa discografica le sta riservando, e noto una certa morbosità, perfino il presidente stesso l'ha accompagnata in alcune ospitate televisive, tipo Che tempo che fa... Questo da RTI ce lo sognavamo...

Cristina ha vissuto un lungo periodo di cancrena, dal 2005 al 2015 per l'esattezza, affidata a gente che non la voleva minimamente nel settore a lei appartenente, e c'han provato in tutti i modi a farla fuori, ma niente, non riuscirono nell'intento. La popolarità mantenuta e i lunghi anni ormai passati con un repertorio musicale super vasto e conosciuto, han tenuto vivo il personaggio.
Se dovessi dare una colpa a Cristina sarebbe solo quella di non essersene andata subito da RTI prima di cadere nell'assurdità, ma lei teneva assiduamente al suo mondo siglesco e ne ha sopportate di cotte e di super crude, come il tentativo di lanciare la Ponzone, che a sua volta si lanciò dal balcone visto l'interesse desertico del pubblico per una ragazza sculettante in una videosigla.
Poi quando la cosa tornò a convenienza con la classifica de Le sigle più belle, un """tale""" responsabile si vantava pure di Cristina per il successo e per il trionfo a Sanremo... e che fosse da sempre il rampollo musicale della RTI. Complimenti, tutto coerente.
Menomale che costui ha lasciato la RTI a maggio, poteva farlo molto prima vah, e C A S U A L M E N T E Cristina firma proprio in quel periodo un nuovo contratto discografico.

Ieri è stata a Quelli che il calcio, per tutta la puntata, e le han fatto cantare un paio di canzoni, si è ritrovata con Luca e Paolo, casualmente già colleghi da Colorado 2016, infatti sta cosa m'è piaciuta. :D

_________________
Ricordo quando vendevo spille illegalmente, e nonostante ciò, con la fotografia continuerò la mia strada, diffamando, poichè l'obiettività e il rispetto per il prossimo, si dimostra solo per la propria convenienza.

Richard Sherman - Lyptus 3000


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 27 nov 2017, 11:59 
Non connesso

Iscritto il: sab 1 ago 2009, 22:35
Messaggi: 434
Località: bergamo
Be, sull’argomento fans postumi......
Che c’è ne siano e’ normalissimo, non è che nessun giovane adulto possa comprarsi i dischi di James Brown o Otis Redding o di Michael Jackson o appunto della cri cri..... solo perché all’epoca non era nato......
Così come nemmeno tutti i fans doc, cioè quelli che già erano fans di qualcuno all’epoca della piena attività di un artista, dovevano persino essere tutti interessati al motivo per cui i loro idoli erano famosi, cioè il loro talento musicale.

La mia intenzione nel commento era proprio di discernere che i casual fans ci sono sempre stati, esistono anche durante l’arco vitale della piena attivita di un artista.
Esempio, negli anni ottanta sono fans di Michael perché fa Figo la cosa o perché così fan tutti, per imitazione e aggregazionismo, magari senza capirci un acca della sua musica o del suo talento, che già di per se mi pare una roba immonda, personalmente preferisco chi non ama particolarmente un artista ma conserva ancora la lucidità mentale per riconoscerne i pregi.
Trovo oltremodo inconcepibile una crescita esponenziale dei Fans Casual proprio dopo la dipartita o nella fase diciamo “spenta” di un artista.

Ne sei fans per quale motivo? c:temerario

Recentemente ho avuto modo di parlare con compagni di classe dei tempi andati ( calvizie e ciccia a parte ) dei cartoni e delle sigle, e mi sono sentito estraneo da loro ( in questo campo ) o perché ricordavano le sigle come un qualcosa di cent’anni fa...... o perché di tanto in tanto vanno ai concerti della cri quando fino ad un ora fa non se la filavano neanche di striscio......

Voi avete lo stesso feeling con i “neo fans”?


Riguardo al passato contrattuale discografico della cri, Meno Male!
Io l’ho sempre pensato che, benché non possano considerarsi il male assoluto, i dirigenti della discografia passata o recente, hanno avuto un ruolo non indifferente nella vita di un artista, siglesco o meno.
insomma, il mondo della musica lo hanno fatto anche loro nel bene o nel male...
Se la cri stessa avesse avuto la sfortuna di incontrare sti dirigenti già magari alla fine degli anni ottanta magari a quest’ora avrebbe fatto la fine dei cavalieri del re o di altri grandi artisti sigleschi, che hanno lasciato una traccia indelebile nel mondo delle sigle, ma che sono scomparsi.

Ecco che sempre secondo me, la popolarità di un artista va vista in un ottica molto più ampia di quello che sembra.

Sul futuro della cri io spero che, data la sua sconfinata disocografia siglesca, faccia duetti a destra e manca osando di più artisticamente ( intendo non solo nella scelta del duettante ma proprio nello stile e negli arrangiamenti ); forse proprio lei è l’unica che potrebbe riesumare per esempio i cavalieri e fare un doppio CD in cui duettano uno nei brani dell’altro e alternando uno stile con l’altro; o anche con i superobot/rocking horse, ve lo immaginate per esempio una sigla di cri già di suo energica in stile beat con i cori dei superobot?

Slegato dal mondo delle sigle, ci si inoltra in un territorio inesplorato, i brani delle serie di arriva Cristina erano comunque collegati ad una serie televisiva.
Spero che se riesca a fare un CD di inediti scollegato dal mondo televisivo, insomma un album musicale vero e proprio, mantenga L.A qualità dei 4album di arriva Cristina, sono proprio eccellenti.
:D


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 4 dic 2017, 15:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 lug 2009, 17:46
Messaggi: 155
Nella terza settimana di permanenza dei dischi più venduti in Italia, Duets si posiziona al #4 della top 100, ed arriva finalmente la notizia:

Duets - Tutti cantano Cristina, e' certificato Disco D'oro!!!

Finalmente e' arrivata questa gioia...Grande Cri!!
Che emozione.... :mrgreen: :spin:

http://www.fimi.it/certificazioni#/cate ... :0/week:48

_________________
http://teneramentecristina.forumup.it
Immagine
Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 4 dic 2017, 21:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: ven 11 ago 2006, 11:22
Messaggi: 406
Stasera alle ore 23:30 Cristina sarà ospite di nuovo a Che fuori tempo che fa... Secondo me varrà proprio la pena vederla. :D

Immagine

_________________
Ricordo quando vendevo spille illegalmente, e nonostante ciò, con la fotografia continuerò la mia strada, diffamando, poichè l'obiettività e il rispetto per il prossimo, si dimostra solo per la propria convenienza.

Richard Sherman - Lyptus 3000


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 5 dic 2017, 11:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mar 21 lug 2015, 15:00
Messaggi: 28
La consegna del Disco d'Oro in diretta televisiva, ieri sera, mi ha emozionato. Una certificazione FIMI giunta dopo sole tre settimane dalla pubblicazione dell'album, in assenza di videoclip promossi dalla Warner e in assenza di passaggi radiofonici delle canzoni a sostegno del progetto. Sono molto contento per Cristina.

c:ok

_________________
Il cervello è fatto a circonvoluzioni. È la prova che può produrre solo roba contorta.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer 6 dic 2017, 23:43 
Non connesso

Iscritto il: ven 25 mar 2005, 18:44
Messaggi: 684
Località: Genova
Purtroppo Margaria e Paltrinieri hanno rovinato un settore televisivo che ha ancora mercato.

Acquisti di prodotti pessimi, speso soldi per ottenere i diritti di cartoni anni '70 quando si sarebbe dovuto guardare al presente.

Tutto il mondo che si era creato con Cristina D'Avena, Giorgio Vanni e i Piccoli Cantori di Milano distrutto.

Fare un cd come il "Cartoonlandia Boys & Girls Story" ed escludere Cristina dagli anni 2000 è stato il gesto più basso in assoluto.

Intanto, mentre loro cercavano di escludere Cristina togliendola dai progetti di punta perché ritenuta "vecchia", gli unici CD R.T.I. che vendevano qualche copia erano quelli con SOLO Cristina D'Avena ("Magie di Natale", "30 e poi...", etc.).

Hanno distrutto la fascia ragazzi, hanno distrutto le sigle Mediaset, hanno distrutto le collane Mediaset e ora non sono nemmeno capaci di comprendere che il settore anime avrebbe ancora potenziale. Tra tutti i canali del digitale terrestre manco uno trasmette anime nel modo che aveva creato Alessandra Valeri Manera.

Pensare a due storie come "Il segreto della sabbia" e "Prince of Tennis" che non sono riusciti a valorizzare. Assurdo.

Guardando tutte le macerie create da Paltrinieri e Margaria, si dovrebbe andare tutti in ginocchio a piangere da Alessandra Valeri Manera.
1)Nel bene o nel male ha fatto arrivare in Italia anime che in alcuni paesi europei manco hanno visto;
2)Ha creato un mondo che è rimasto e rimarrà impresso a fuoco per chissà quante generazioni ancora;
3)Se le sigle di Cristina D'Avena/Giorgio Vanni/Marco Destro/Vincenzo Draghi/Giampi Daldello sono così forti, a livello emotivo ed emozionale, si deve solo alla sua scrittura e ai suoi ideali che rimarcava sempre in ogni sigla. Credere nell'amore, nell'amicizia, nel rispetto verso la natura, nelle proprie capacità.

La Mediaset è il gruppo televisivo che più ha distrutto tutto quello che aveva creato negli anni '80/'90. Italia1 era praticamente diventata terza rete italiana superando di parecchio RAI2, Canale5 superava spesso RAI1, Rete4 nel biennio 1996-1998 grazie a "Game Boat" stava tornando ad ascolti ragguardevoli. Il traino di "Game Boat", con anime quali "Sailor Moon", "Un oceano di avventure" e altri aveva portato al successo del "Fivelandia 14".

Quella di oggi è la stessa Mediaset di 10 anni fa? No, arrancano senza idee. Sembra che nessuno abbia la minima passione di fare televisione per realizzare qualcosa. Il più dei format sono acquistati dall'estero, quando negli anni '90 era l'opposto: era dall'estero che compravano i programmi Mediaset. Personaggi come Corrado che hanno contribuito alla creazione di show quali: "Il pranzo e servito", "Sì o No", "Tira&Molla", "Il gatto e la volpe".
Le prime 2/3 stagioni di "Ciao Darwin" prima che cadesse nel trash più basso.
La Mediaset ha perso il concetto di TV per la famiglia. Un'offerta televisiva studiata per accontentare i gusti di tutte le età.
Tutta la mia generazione è cresciuta con gli anni d'oro della Mediaset. Una rete commerciale, ma ancora pulita, sana. Senza eccessi di trash, morbosità, gossip, fiction per la famiglia (pensando a prodotti positivi come "Sei forte maestro", "Caro maestro", "Nonno Felice").
"Buona Domenica" negli anni '90 erano giochi... le sfide tra Columbro-Cuccarini prima, Scotti-Carlucci poi e quindi Lopez-Laurenti... ora cos'è il programma della D'Urso? Un pippone di trash, morbosità di cronaca e gossip.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 7 dic 2017, 1:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun 4 lug 2005, 12:35
Messaggi: 394
Località: Avezzano (AQ)
freeway999 ha scritto:
Purtroppo Margaria e Paltrinieri hanno rovinato un settore televisivo che ha ancora mercato.


basta guardare i numeri delle fiere del fumetto, oramai ogni città di almeno 30.000 abitanti ne organizza una... quindi manga & anime sono più che in salute: di tanto in tanto vado in una fumetteria (l'unica della mia città xD ) dove i ragazzi parlano di anime che guardano in streaming, e non voglio aggiungere altro.

tornando in tema, il cd non mi piace, la parte musicale è scadente, e per riprendermi dovrò aspettare il prossimo Cristina & Gem Boy show!
sono comunque felice che le sigle abbiano visibilità (è sempre buono per sperare in nuove uscite) e che Cristina D'Avena abbia ancora un bel successo, ma spero in progetti qualitativamente migliori (dal mio punto di vista) per lei nel futuro :-)


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 7 dic 2017, 1:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 12 mag 2005, 22:05
Messaggi: 1455
Località: Fivelandia 7 - Roma
B-SNIPES ha scritto:
tornando in tema, il cd non mi piace, la parte musicale è scadente, e per riprendermi dovrò aspettare il prossimo Cristina & Gem Boy show!
sono comunque felice che le sigle abbiano visibilità (è sempre buono per sperare in nuove uscite) e che Cristina D'Avena abbia ancora un bel successo, ma spero in progetti qualitativamente migliori (dal mio punto di vista) per lei nel futuro :-)

Condivido tutto. Musica scadente, felicità per il successo di Cristina. Più o meno quello che cercavo di dire qualche pagina fa (grazie per avermi incoraggiato con un giudizio più severo ma giusto :D ).

Riguardo a Mediaset, tutto è cambiato rispetto agli anni 80 e 90, la tv è un'altra cosa oggi, e non c'è più tutta quell'offerta di nuovi anime in tv che c'era prima. Per questo non so cosa potrà fare Cristina ma è logico che debba cambiare se vuole continuare a incidere inediti. Di sigle (le tanto sbandierate 750 sigle) arriverà poca roba in futuro; o si da al pop "adulto", oppure fa dei monografici dedicati a qualche personaggio per bambini, oppure continua a cantare solo le vecchie sigle facendo revival. Sta a lei la scelta.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 7 dic 2017, 9:34 
Non connesso

Iscritto il: dom 10 nov 2002, 23:13
Messaggi: 3451
freeway999 ha scritto:
Hanno distrutto la fascia ragazzi, hanno distrutto le sigle Mediaset, hanno distrutto le collane Mediaset e ora non sono nemmeno capaci di comprendere che il settore anime avrebbe ancora potenziale. Tra tutti i canali del digitale terrestre manco uno trasmette anime nel modo che aveva creato Alessandra Valeri Manera.


Ciò che scrivete è tutto vero, però noto che quando si parla di queste cose i più dimenticano l'assunto fondamentale che Mediaset è un'azienda, e il suo unico obiettivo non è proporre contenuti di qualità, lanciare carriere, personaggi o altro ma FARE SOLDI CON IL MINIMO SFORZO. Perchè dovrei produrre un programma per bambini, acquistare serie ecc. quando riesco a rifilare a grandi e piccini "Uomini e Donne" e Barbara D'Urso?

Il cambiamento drastico dei palinsesti avviene perchè questa gente (parliamo di tecnici, studiosi, esperti di marketing ecc.) non appena vede i numeri calare stravolge tutto per correre ai ripari e questo a volte può portare disastri (Italia 1, Rete 4 e così via).

Il fattore negativo in tutto ciò è che i capoccia che stanno al timone spesso dimenticano che per guadagnare in determinati settori (come quello televisivo) bisogna prima di tutto conoscere e AMARE quello che ti passa fra le mani. Per capire meglio, per immedesimarti, per padroneggiare la situazione. Un amministratore di rete, supponiamo Italia 1, che deve occuparsi della programmazione per ragazzi e non ha il minimo interesse personale per i cartoni animati farà solo cagate. Non basta essere furbi, bravi nel proprio lavoro se non hai una certa passione genuina per quello che fai. Alessandra Valeri Manera (che anche lei ha fatto cazzate, sono il primo a dirlo) funzionava perchè, oltre all'aspetto manageriale trasfondeva anche una certa sensibilità oltre al mero traghettamento dei risultati e questo le ha permesso di rimanere a galla per 20 anni (e a noi di vederci i cartoni, Bim Bam Bam, Cristina D'Avena ecc.).

Da un punto di vista aziendale è sicuramente difficile conciliare i due aspetti, ma non impossibile. Investire di più nel capitale umano e selezionare meglio.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 7 dic 2017, 14:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 12 mag 2005, 22:05
Messaggi: 1455
Località: Fivelandia 7 - Roma
Ma infatti i tempi sono cambiati, la tv è cambiata, i canali si sono moltiplicati, la tecnologia è cambiata, i bambini hanno mille altre forme di intrattenimento rispetto a noi, hanno uno stile di vita diverso, più moderno e veloce (nel bene e nel male). Inutile essere nostalgici dei nostri pomeriggi davanti a Bim bum bam, che poi manco è detto che fosse una cosa così buona :D Inutile piangere perché non ci sono sigle alla Ninni Carucci, anche i gusti dei bambini sono cambiati. Cristina è grande e grossa e deve fare le sue scelte ;) come scrivevo nel messaggio precedente.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it